Archivio Categoria: Diario di Eugenio

ott 17

I nocciolari italiani sotto ‘lo schiaffo’ della Ferrero

“Lo Stato non ci protegge; il nostro prodotto si sta inflazionando” “Siamo preoccupati; le nostre nocciole potrebbero perdere valore”. A parlare, sotto voce, sono i numerosi piccoli produttori del Viterbese. Quindicimila ettari di piante che si estendono nella bassa Tuscia, nelle periferie di Civita Castellana. A incutere timore è il monopolista del mercato globale: la …

Continua a leggere »

ott 16

Raccolto e mangiato: la filiera corta è made in Roma

L’esempio della cooperativa Agricoltura nuova Dalla raccolta alla produzione, dalla trasformazione alla vendita. Un esempio di filiera corta italiana è made in Roma. Siamo sulla Pontina, a due passi da Spinaceto. La cooperativa sociale Agricoltura nuova nasce con un’occupazione di terreni del Comune di Roma nel lonttano1977. Oggi le produzioni della cooperativa si estendono su …

Continua a leggere »

ott 15

Il kiwi laziale è ‘sotto attacco’ greco

Solo 35 centesimi al chilo per chi lo produce: “Stiamo morendo” Siamo a Cisterna (Latina), tra l’Agro pontino e i Castelli romani. Piove, e tanto, tra gli enormi filari di kiwi presenti in zona. Parliamo di 8mila ettari. Il Lazio è la regione che ne produce di più in Italia e qualche anno fa è …

Continua a leggere »

ott 12

Costi alti, prezzi bassi; pesche “a perdere”

L’annata disastrosa di un giovane produttore casertano Pignataro maggiore, provincia di Caserta. Campania felix (o infelix). Tra Roccamonfina, Campi Flegrei e Vesuvio, la terra è fertile. Siamo appena fuori quello che viene definito il ‘triangolo maledetto’ della Terra dei Fuochi. Qui la frutta è una manna. Dolce e ricca di potassio per le qualità di …

Continua a leggere »

ott 11

“Camorra e Consorzi dietro la bufala doc”

Parla un piccolo allevatore schiacciato dalle tasse e da un mercato iniquo “I nostri zii in altri tempi con 20 mucche hanno sposato 4 figli, noi oggi con 200 bufale non riusciamo neanche a sopravvivere”. Luca, bufalaro da 3 generazioni, ha gli allevamenti nel Casertano, a Baia e Latina, sotto un cucuzzolo che si chiama …

Continua a leggere »

ott 10

Orti e vigneti sulle terre confiscate alla camorra

L’esperienza di Casal di Principe: “Mai più terra dei Fuochi” “Questa terra non deve morire”, cantava Rocco Hunt riferendosi a Napoli e dintorni. E così nella terra dei Fuochi, marchiata dai traffici illeciti che viaggiavano da nord a sud Italia, c’è chi si batte perché qui vuole restare e qui vuole produrre: pesche, vino asprigno …

Continua a leggere »

ott 07

“Ci stanno strappando l’azienda con un’asta fallimentare”

Il dramma di Franco Mesina nelle campagne di Ozieri (Sassari). Grano, frumento, mais. E poi gli allevamenti di pecore, mucche, maiali. Il signor Franco Mesina, ad Ozieri (Sassari), ha molti ettari di terreno su cui lavora da quando aveva “8 anni”. Negli anni ’70 ha acquistato altre terre. E’ un contadino fiero di ciò che …

Continua a leggere »

ott 06

Viaggio tra le serre sventrate di Decimoputzu.

Gino: “Ho lasciato la Germania per questo sogno. Oggi è tutto finito” Gino negli anni ’80 lavorava in Germania e stava benissimo. Per un puro caso si imbatté in un avviso pubblico con cui la Sardegna invitava i corregionali a tornare perché erano previsti fondi e cospicui investimenti. Gino si è lasciato ammaliare da quella …

Continua a leggere »

ott 05

“Noi agricoltori sardi, truffati da una legge regionale”

Multati dall’Unione europea e abbandonati dalle politiche agricole Un comparto agricolo massacrato, colpito al cuore. Decimoputzu si trova nel Campidano, a 25 chilometri da Cagliari. Qui negli anni ’90 c’era una produzione maestosa di carciofi. Oltre 100 autotrasportatori ogni mattina portavano i loro prodotti a Cagliari. Oggi se partono 3 macchine al giorno è tutto. …

Continua a leggere »

ott 03

Il cielo è azzurro su Riace…

Nel piccolo centro della Locride il borgo rurale è rinato grazie agli immigrati e alla cooperazione Mimmo Lucano è il sindaco di Riace (Reggio Calabria), una piccola Itaca. Non è infatti un normale luogo di sbarco dei disperati dell’Africa. E’ molto di più. E’ il paese dell’accoglienza per definizione. Di fronte al Comune c’è un …

Continua a leggere »

Post precedenti «

» Post successivi